THE DEBATE: Crown Jewel 2019

Ciao amici di Spazio Wrestling e ben ritrovati in questo nuovo numero del The Debate. Oggi, assieme a me, ci sarà il nostro Emanuele Panza per analizzare l’ultimo PPV targato WWE, Crown Jewel. Dunque, cominciamo subito:

TOP MATCH: (Nicola)

Crown Jewel, tutto sommato, devo dire che è stato un buon evento dal punto di vista del lottato. Tuttavia, il miglior match dello show ritengo che sia stato Cesaro vs Mansoor. Un incontro dal quale, personalmente, non mi aspettavo nulla dato che la vittoria dell’arabo era piuttosto scontata. Alla fine, però, i due hanno messo su una contesa di alto livello, con pochi momenti morti. Cesaro è andato più volte vicino alla vittoria, ma alla fine grazie all’apporto caloroso del pubblico Mansoor è riuscito a vincere il suo primo match in questo 2019. Mi sono divertito, ma un plauso in particolare va a Cesaro che, pur sapendo di dover fare un’ennesima figuraccia, ha disputato un match bellissimo.

TOP MATCH: (Emanuele)

Annunciato nel totale anonimato e per accontentare il pubblico arabo, Mansoor vs Cesaro ha saputo stupire (mica tanto) e si è rivelato il miglior match della serata, superando, anche se non di molto, Humberto Carrillo vs AJ Styles. Il match ha saputo divertire e intrattenere e nonostante fosse pronosticabile la vittoria di Mansoor, Cesaro è più volte andato vicino alla vittoria. Lo svizzero ha saputo mandare over il suo avversario nel migliore dei modi, quindi complimenti ad entrambi. VOTO: 8

FLOP MATCH: (Nicola)

Braun Strowman vs Tyson Fury è stato, a mio modo di vedere, il match più brutto della serata. Tutto ciò non è servito a nulla, se non a “ridicolizzare” ulteriormente The Monster. La sua gestione, ormai, lascia davvero il tempo che trova. Da sottolineare l’ingresso davvero bello da parte del noto pugile, ma il resto direi che è facilmente dimenticabile.

FLOP MATCH: (Emanuele)

Dopo anni finalmente la WWE riesce ad ottenere un match femminile in uno show arabo e decide di proporre, per l’ennesima volta, Lacey Evans vs Natalya: scelta discutibile. Le due si sono affrontate tante volte tra Pay Per View e show settimanali e non ci hanno mai regalato un match sufficiente, quindi perché mostrare questa immagine della categoria femminile a un pubblico ignaro? Molto poco degno di nota, bocciato. VOTO: 5

TOP MOMENTS: (Nicola)

1) Il momento in cui The Fiend ha chiuso lo show con il titolo universale alzato al cielo mi ha fatto venire i brividi. Adoro la creazione di questo nuovo personaggio, la WWE non ha sbagliato nulla con lui (tranne nel caso di Hell In A Cell) e mi auguro che si vada avanti su questa scia. Sono contento anche del match disputato con Seth Rollins, un incontro piuttosto hardcore che mi ha tenuto incollato davanti allo schermo fino alla fine.

2) Il pubblico arabo è stato fantastico dall’inizio alla fine dell’evento. I cori e i canti hanno reso tutti i match piuttosto godibili ed è importante tutto ciò. Nel corso dei primi due eventi notai una gran parte del pubblico poca interessata allo spettacolo, ma già da Super Show-Down la rotta si è invertita. Bravi gli arabi!

3) La sorpresa iniziale di Brock Lesnar e Cain Velasquez mi ha lasciato a bocca aperta. Il match, personalmente, ritengo che abbia rispecchiato molto lo stile di lotta della UFC. Ma rispetto all’incontro di tanti anni fa, c’è stata una piccola differenza: in WWE comanda Brock Lesnar, non Cain Velasquez. Credo che questo abbia voluto lasciar intendere la WWE.

TOP MOMENTS: (Emanuele)

1) Indipendentemente dai gusti personali, la vittoria dello Universal Championship da parte di Bray Wyatt è stato senza dubbio il momento migliore della serata. Abbastanza inaspettata e sorprendente, la vittoria di The Fiend ha concluso la serata nel modo in cui sperava il WWE Universe, che può finalmente godere del campione che desiderava.

2) Team Hogan vs Team Flair ha saputo divertire i fan con buoni momenti e buoni scontri nel ring, soprattutto con la giusta durata dell’incontro.

3) I fan si sono accorti di Humberto Carrillo? L’ex Cruiserweight ha prima vinto la Battle Royal e poi messo in seria difficoltà AJ Styles, mancando di poco la vittoria.

4) Il pubblico arabo, che finalmente si è mostrato partecipe e coinvolto verso ciò che succedeva nel ring.

FLOP MOMENTS: (Nicola)

Fondamentalmente, penso che un vero e proprio “Flop Moments” in questo Crown Jewel non ci sia stato. Pertanto, preferisco non soffermarmi ulteriormente sull’argomento.

FLOP MOMENTS: (Emanuele)

1) Brock Lesnar vs Cain Velasquez: due minuti per un match così tanto e atteso e atteso da così tanto sono troppo pochi. Va bene proteggere il messicano dall’infortunio al ginocchio, ma era legittimo aspettarsi qualcosa in più.

2) Il debutto di Tyson Fury: buona vittoria ma prestazione insufficiente. E’ parso poco a suo agio sia nel subire le mosse di Braun Strowman che nel farle, ma va giustificato a causa della sua stazza e a causa del poco tempo che ha avuto per allenarsi per il suo debutto.

3) La vittoria dell’OC non va classificata come un momento flop, ma con qualcosa che lascia l’amaro in bocca. Gallows & Anderson non vengono da settimane entusiasmanti, ma in poco tempo hanno battuto New Day e Viking Raiders, che perdono la loro imbattibilità proprio per questo match. Ennesimo contentino per il Club?

COMMENTO FINALE: (Nicola)

Soddisfatto? Sì. Mi aspettavo di più? No, affatto. Sapevo di dover assistere ad una sorta di Live Event, ma la WWE invece mi ha sorpreso con un buon lottato e delle sorprese piuttosto gradite, una fra tutte la consacrazione di The Fiend come nuovo Universal Champion. Complimenti anche per essere riusciti a proporre il primo match femminile della storia in uno show del genere. Da adesso in poi si può far solo bene, il materiale c’è e come bisogna soltanto trovare la giusta quadratura con logica e brillantezza. Avanti WWE, facci sognare!

VOTO: 7

COMMENTO FINALE: (Emanuele)

Niente male per uno show che tutti consideravano un Live Event. I match hanno saputo divertire grazie ad un giusto minutaggio: poche sorprese ma, tutto sommato, i risultati sono stati giusti. Bray campione ha accontentato molti fan e ha anche donato uno spunto molto interessante per le storyline delle prossime puntate settimanali. Sicuamente il miglior evento arabo, speriamo di migliorare.

VOTO: 7

The following two tabs change content below.
Nicola Morisco
Ho 17 anni e seguo il wrestling praticamente da sempre. È una delle mie passioni preferite. Lunedì, mercoledì, venerdì e domenica mi diverto a guardare Raw, NXT, Smackdown e i vari PPV. Scrivo per Spazio Wrestling da più di un anno e mi occupo della sezione news/report e le varie rubriche AEW Predictions e The Debate.