THE DEBATE: Survivor Series 2019

Ciao amici di Spazio Wrestling e ben ritrovati in questo nuovo numero del “The Debate”. Oggi analizzeremo Survivor Series e assieme a me ci sarà anche Emanuele Panza. Dunque, senza perderci in altre chiacchiere, cominciamo subito:

TOP MATCH: (Nicola)

Il match tra Adam Cole e Pete Dunne penso che sia stato l’incontro più bello di queste Survivor Series. Alla vigilia era praticamente scontata la vittoria dell’attuale NXT Champion, ma nel corso del match ho davvero pensato che il Bruserweight potesse acciuffare la vittoria e strappare il titolo dalle mani di Cole. La contesa in se la definisco una perla di storytelling: da una parte Cole che ha venduto benissimo l’infortunio al braccio e dall’altra Dunne con la ferita alla gamba. I due hanno lavorato molto su questi particolari e alla fine hanno aggiunto anche il loro parco mosse, rendendo l’incontro ancor più bello. La fase finale con Cole che ha ribaltato la manovra di Dunne in una Panama Sunrise e nel Last Shot successivo è stata la ciliegina sulla torta. Un match gestito alla NXT maniera proprio, complimenti!

TOP MATCH: (Emanuele)

Inutile dirlo: NXT Championship Match nel Main Roster e, guarda caso, si rivela il match della serata, superando l’Elimination Match maschile. Due grandi atleti uno contro l’altro a 24 ore dai capolavori di NXT TakeOver: WarGames. Ottima intensità, belle mosse e pubblico coinvolto al massimo, come potevamo aspettarci. Adam Cole riesce a vincere ma solo dopo aver sofferto molto, bravissimi entrambi!

FLOP MATCH: (Nicola)

Un PPV davvero bello, ma che però si è concluso con un Main Event orribile. Bayley, Becky Lynch e Shayna Baszler non hanno trovato la chimica adatta fra di loro e di conseguenza l’incontro, in se, si è rivelato essere il più brutto della serata. Le tre non hanno raccontato nulla, la campionessa di SmackDown che sferrava solo calci e pugni, tanti momenti morti e che altro aggiungere. L’attacco post match di Becky sulla vincitrice Shayna si è rivelato inutile. Peccato, perché le aspettative erano alte per questo match.

FLOP MATCH: (Emanuele)

Peccato, forse l’unica nota negativa della serata: Bayley vs Shayna Baszler vs Becky Lynch. Scellerata e incomprensibile la scelta di proporlo come Main Event, il match non ha saputo regalare emozioni e si è mostrato privo di spunti interessanti: esattamente l’opposto del match sopracitato. Il match abbassa il tono della serata, si poteva e si doveva fare meglio. Magari, però, il segmento post-match ci regalerà qualcosa di interessante.

TOP MOMENTS: (Nicola)

-Le fasi finali del 5vs5vs5 maschile sono state elettrizzanti e davvero belle. In particolare, mi hanno stupito Roman Reigns e Keith Lee. Quest’ultimo, over più che mai, le prova tutte pur di far vincere il suo Team di NXT, ma alla fine deve arrendersi all’esperienza del Big Dog, che mantiene i giochi ancora aperti. Alla fine c’è una stretta di mano fra i due, davvero emozionante. Che altro chiedere?

-Rey Mysterio e suo figlio Dominick hanno raccontato una storia bellissima. Dopo aver subito più volte degli attacchi violenti, uniscono le forze e cercano in tutti i modi di mettere KO Brock Lesnar. Prima a suon di sediate, dopo con una doppia 619 e infine con un doppio Frog Splash. Lesnar, però, non molla e alla fine sferra un F5 per chiudere le pratiche e mantenere il WWE Championship. Una storia raccontata benissimo, complimenti.

-The Fiend continua ad essere l’attrazione numero uno di questa WWE. Rispetto ai due match con Seth Rollins, il nuovo personaggio di Bray Wyatt è stato gestito bene a Survivor Series in occasione dell’incontro con Daniel Bryan. Questa volta la WWE non ha voluto strafare con lui e dunque non mi lamento affatto della gestione.

-Il match tra Roderick Strong, AJ Styles e Shinsuke Nakamura è stato un capolavoro vero e proprio. Non c’è stato un attimo di pausa, i tre ci hanno dato dentro dall’inizio alla fine e fatemi dire che finalmente Nakamura ha dimostrato il suo valore. Mi sta piacendo molto assieme a Sami Zayn, per non parlare poi del design del nuovo titolo intercontinentale (bellissimo). La vittoria di rapina da parte del membro dell’Undisputed Era è stata sorprendente, ma comunque efficace.

TOP MOMENTS: (Emanuele)

-La vittoria di NXT. Personalmente non me l’aspettavo, soprattutto dopo le fatiche di TakeOver, ma molto apprezzata. In due serate, il “terzo” brand della WWE si è confermato a tutti gli effetti uno show di serie A, con ottime prestazioni da parte di tutti.

-Il kickoff: nonostante riceva sempre poche attenzioni, per Survivor Series anche il kickoff ha saputo intrattenere con match improvvisati ma molto godibili.

-In generale vanno fatti i complimenti alla WWE per come ha gestito lo show .

FLOP MOMENTS: (Nicola)

-Il 5vs5vs5 femminile è stato gestito in modo impeccabile, ma la fase finale mi ha fatto storcere molto il naso. L’arrivo di Io Shirai e Candice LeRae ha creato confusione, l’arbitro non ci ha capito più nulla e anche io ero in confusione totale. Insomma, peccato per il grosso errore finale, la contesa era stata davvero bella.

-Come detto già prima, ho odiato tutto ciò che è stato proposto nel Main Event. Null’altro da aggiungere al riguardo.

-Perché mettere Viking Raiders vs New Day vs Undisputed Era nel KickOff? Questa non l’ho capita. I tre Team potevano far vedere cose straordinarie e invece sì son dovuti limitare ai 15 minuti di Pre-Show, dove comunque hanno fa

FLOP MOMENTS: (Emanuele)

Rey Mysterio vs Brock Lesnar poteva essere gestito un po’ meglio, soprattutto dato che, a un certo punto, si trovavano in 2 contro uno. Il risultato finale era scontato, ma potevano regalare una durata maggiore all’incontro e far resistere il messicano un po’ di più.

-Daniel Bryan vs Bray Wyatt, nonostante il risultato scontato e la sufficienza raggiunta, poteva regalarci qualcosa in più, nonostante le mie aspettative fossero basse.

COMMENTO FINALE: (Nicola)

Survivor Series, per me, è stato il miglior PPV di questo 2019 (in attesa di TLC). Il lottato è stato davvero ottimo, la gestione dei match alquanto impeccabile, peccato perché forse sono mancate le sorprese: mi aspettavo qualche ritorno e invece nulla. Delusione totale dal Triple Threat femminile, ma per il resto sono stati tutti grandi incontri. Mi sono divertito, ma adesso bisognerà continuare così. L’ingredienti per fare un piatto prelibato ci sono, bisognerà soltanto saperli amalgamare bene. Speriamo bene!

VOTO: 8

COMMENTO FINALE: (Emanuele)

Davvero un bell’evento, da tempo non mi divertivo in questo modo nel vedere un Pay Per View: bei match, pubblico coinvolto e, per quanto mi riguarda, anche le piccole imperfezioni sono passate in secondo piano. Continua il buon momento della WWE, speriamo che continuerà a migliorare!

VOTO: 7.5

The following two tabs change content below.
Nicola Morisco
Ho 17 anni e seguo il wrestling praticamente da sempre. È una delle mie passioni preferite. Lunedì, mercoledì, venerdì e domenica mi diverto a guardare Raw, NXT, Smackdown e i vari PPV. Scrivo per Spazio Wrestling da più di un anno e mi occupo della sezione news/report e le varie rubriche AEW Predictions e The Debate.
Nicola Morisco

Ultimi post di Nicola Morisco (vedi tutti)