THE DEBATE: WWE TLC 2019

Ciao amici di Spazio Wrestling e ben ritrovati in questo nuovo numero del The Debate. Quest’oggi andremo ad analizzare l’ultimo PPV della WWE di questo 2019, nonché TLC, e assieme ci sarà Ayrton Molinaro. Che dire, cominciamo subito:

TOP MATCH: (Nicola)

Come facilmente prevedibile, Aleister Black e Buddy Murphy hanno messo su un capolavoro. A dirla tutta, temevo che la WWE potesse rovinare questa contesa dandogli poco spazio. Fortunatamente, però, sono stato smentito. Volevo 15 minuti e 15 minuti di spettacolo ho avuto. Inoltre, va sottolineato come, nonostante un grave infortunio al naso, Aleister abbia sfornato una grandissima prestazione. Mi auguro che il suo personaggio venga sfruttato nel miglior modo possibile, da adesso in poi, in quel di Raw. Per quanto riguarda Murphy, beh prestazione sontuosa anche la sua. Da TLC ne è uscito, a mio modo di vedere, piuttosto bene. Che dire, grazie WWE!

TOP MATCH: (Ayrton)

The New Day vs The Revival. Davvero un bel match tra questi due Tag Team che si dimostrano sempre all’altezza della situazione. Kofi è in forma e lo fa vedere sin dall’inizio. Ottimi spot e ottimo lottato. Manovre spettacolari e coinvolgimento del pubblico altissimo. Stanno riportando la divisione Tag Team ad un altro livello.

FLOP MATCH: (Nicola)

I Viking Raiders hanno difeso i Raw Tag Team Championship ben due volte tra Raw e TLC. Nella scorsa puntata dello show rosso, hanno messo in palio le cinture contro gli Street Profits, mettendo su una contesa di livello. Questa notte, invece, hanno combattuto contro Luke Gallows e Karl Anderson, ma purtroppo il match è stato davvero brutto. Si poteva benissimo evitare quest’ennesima difesa titolata dei Viking Raiders, la cui gestione continua ad essere poco convincente. L’incontro non mi ha lasciato nulla, è durato pochissimi minuti, i due Team potevano fare molto di più. Insomma, tutto ciò si poteva tranquillamente evitare.

FLOP MATCH: (Ayrton)

Viking Raiders vs The O.C. Il match è stato spento. C’è stato poco coinvolgimento da parte del pubblico. Poche manovre spettacolari, ma soprattutto un errore finale di quelli grossolani con l’arbitro che conta tutti fuori nonostante siano usciti in momenti diversi dal ring. Insomma, un match che non ha avuto nè capo e nè coda.

TOP MOMENTS: (Nicola)

– Il ritorno di Daniel Bryan è stato il momento più bello di questo TLC. A dirla tutta, me lo aspettavo. Dopo quanto accaduto nelle ultime settimane, ero abbastanza convinto che Daniel sarebbe tornato con un nuovo look di capelli per attaccare Bray Wyatt. Ma poi, quanto è bello ancora oggi lo Yes Movement? Fantastico…

– Restando sempre in tema, voglio fare ancora una volta i complimenti alla WWE per l’intera gestione del personaggio di Bray Wyatt. Ogni volta ci viene proposto un qualcosa di diverso ed intrigante. A TLC, abbiamo capito che Wyatt è dotato di due personalità, una è quello della FunHouse, l’altra invece è The Fiend. Il primo lo abbiamo visto in azione durante lo show e praticamente godeva ogni volta che The Miz lo colpiva. Il suo scopo penso sia quello di cambiare la gente e, dopo Finn Balor, Seth Rollins e Daniel Bryan, credo che ci sia riuscito anche con Miz.

– Davvero sorprendente la vittoria di King Corbin su Roman Reigns. Non me lo sarei mai aspettato. Del match e di tutto il suo overbooking si può dire quel che si vuole, ma una cosa è certa: la WWE ha cambiato completamente la gestione del Roman Reigns super imbattibile dopo la malattia e sopratutto si vede che in Corbin ci puntano molto. Tutto ciò, ovviamente, è un bene.

TOP MOMENTS: (Ayrton)

– Il ritorno di Daniel Bryan mi ha colpito maggiormente. L’attacco a Bray Wyatt e il ritorno, anche, dello Yes Movement sono la ciliegina sulla torta. Bellissimo.

FLOP MOMENTS: (Nicola)

– Come la storyline in generale, non mi è piaciuto il Tables match tra Rusev e Bobby Lashley. L’incontro è stato di bassa qualità, i due non hanno trovato la chimica giusta e che dire, spero che tutto questo scempio sia giunto al termine.

– Ne ho già parlato prima, ma lo ribadisco anche in questo punto: la gestione totale del match dei Viking Raiders è stata davvero scadente. Lo ripeto ancora una volta, il tutto era tranquillamente evitabile.

FLOP MOMENTS: (Ayrton)

– Le ragazze continuano a deludere nei Main Event. Dopo Wrestlemania e Survivor Series hanno fatto male anche a TLC. Bocciate Asuka, Kairi Sane, Becky Lynch e Charlotte Flair.

COMMENTO FINALE: (Nicola)

E bene sì, siamo giunti alla fine di questo 2019. TLC è stato consegnato agli archivi e adesso, dopo le feste natalizie, si comincerà a far sul serio con la Road To Wrestlemania, senza dimenticare ovviamente la tanta attesa Royal Rumble. Il PPV di questa notte era assolutamente di transizione, non avevo grandi aspettative, la WWE ha fatto il suo lavoro in maniera più che sufficiente: 2-3 cose non mi sono piaciute, il resto invece si. Male Rusev vs Bobby Lashley e l’Open Challenge dei Viking Raiders, molto bene il Ladder match del New Day e la sfida tra Buddy Murphy e Aleister Black, impeccabile ancora una volta la gestione di Bray Wyatt. Mi aspettavo di più dal Main Event, l’incontro l’ho ritenuto troppo confusionario, ma alla fine mi ha saputo intrattenere e ho apprezzato molto l’impegno che ci hanno messo le ragazze. A questo punto ci si chiede se il 2019 è stato concluso bene o no. Io direi che è filato quasi tutto liscio, la strada è quella giusta e si dovrà continuare così. Anche perché, sono dell’idea che sta per arrivare un 2020 straordinario…

VOTO: 6.5

COMMENTO FINALE: (Ayrton)

Ottimo PPV per chiudere l’anno in crescendo, abbiamo assistito a bei match sia nel lottato ma soprattutto nello storytelling. Mi ha sorpreso Rusev vs Lashley da questo punto di vista. Ancora una volta la WWE si perde in alcune cose come la fine del match dei Viking Raiders e il match per i titoli di coppia femminili. Alcune tipologie di match purtroppo sembrano non addirsi alle ragazze. Ci sono stati una serie infinita di botch infatti.

VOTO: 7.5

The following two tabs change content below.
Nicola Morisco
Ho 17 anni e seguo il wrestling praticamente da sempre. È una delle mie passioni preferite. Lunedì, mercoledì, venerdì e domenica mi diverto a guardare Raw, NXT, Smackdown e i vari PPV. Scrivo per Spazio Wrestling da più di un anno e mi occupo della sezione news/report e le varie rubriche AEW Predictions e The Debate.