sabato, Aprile 13, 2024
HomeRubricheInside StorylineInside Storyline-Quinta edizione

Inside Storyline-Quinta edizione

Inside Storyline torna con la sua quinta pubblicazione dopo la tre giorni di wrestling WWE ricchissima di eventi, con Takeover Chicago di NXT, il PPV Backlash, e le puntate settimanali di Raw e Smackdown:

Situazione del titolo Universale molto intrigante, con Roman Reigns e Seth Rollins che vengono sconfitti da Samoa Joe e Bray Wyatt, mentre Finn Balor vince agevolmente contro Karl Anderson. Atleti che quindi continuano ad interagire tra loro, creando delle buone alchimie ed aumentando l’hype data l’assoluta incertezza del vincitore. Notevole inoltre, il segmento tra Balor e Paul Heyman, con l’avvocato che esalta, come sempre, le qualità del suo assistito Brock Lesnar, mentre l’Irlandese promette che riconquisterà il titolo. Situazione molto piacevole, sufficienza meritata. Nota di merito per il solito, bellissimo, promo dell’avvocato.

The Miz invece fa squalificare Dean Ambrose nel suo match contro Elias Samson, attaccando il chitarrista, ma il tutto si conclude così, senza conseguenze. Chissà se nella prossima puntata vedremo degli sviluppi, sopratutto dal “The Drifter”. Quindi per ora rinviamo il giudizio per una faida, che comunque, per ora intrattiene bene.

Sul fronte tag team, bella trovata quella di far disputare il match di Extreme Rules in uno steel cage, tra gli Hardy-Boyz e Cesaro&Sheamus, anche se la questione sta diventando ripetitiva. Magra sufficienza guadagnata solo per la novità della gabbia. Bayley invece non riesce a mostrare il suo lato “estremo” mancando di attaccare Alexa Bliss con la Kendo Stick, aumentando la tensione psicologica della faida, con la Hugger che dovrà dimostrare di battere la Bliss in una stipulazione di match non favorevole. Buona costruzione e buoni sviluppi. Nonostante il buon match di Austin Aries, non impenna la storyline con Neville, senza alcuna interazione tra i due a Raw, ma siamo sicuri, che nonostante una brutta costruzione, i due daranno spettacolo ad Extreme Rules.

Nella storyline minori, Sasha Banks distrugge Alica Fox, che poi però si prende l’ultima parola a fine match, Kalisto schiena Apollo Crews rifiutandosi di entrare nel Titus’Brand, e Akira Tozawa continua a vincere con i pesi leggeri. Puntata lenta ma non noiosa, con i soliti problemi di gestione, i soliti match ma che dona un pizzico di speranza per la questione del titolo Universale. Poco più che sufficiente. Smackdown ha invece, il grande compito di calmare le acque sul fronte Mahal, dopo tutto ciò che è successo a Backlash:

La novità più bella riguarda la partecipazione di AJ Styles, Sami Zayn, Dolph Ziggler, Kevin Owens, Baron Corbin e Shinsuke Nakamura al Money In The Bank ladder match, dell’omonimo PPV. Match che gode di suo di massima attenzione, ma Shane McMahon riesce anche ad inserire un buonissimo star power. L’unica nota negativa risulta essere il Prizefighter e la sua cintura degli Stati Uniti, che non dovrebbe essere difesa al PPV. Comunque sia, ottimo inizio di puntata.

Anche sul titolo femminile c’è un buon lavoro, con un quantomeno interessante match a cinque tra Charlotte, Becky Lynch, Tamina, Carmella e Natalya per decretare la prima sfidante di Naomi. Inoltre il tutto sembra portare verso il primo storico Money In The Bank ladder match femminile della storia, che porterebbe un’assoluta novità. Più che sufficiente la gestione delle divas di Smackdown.Brutta insufficienza per quel che concerne i titoli tag team, con gli Usos che si sbarazzano dei Breezango e con il New Day che ancora non effettua il debutto nel roster blu.

Puntata di Smackdown post-Backlash un po’ fiacca ma che getta delle interessanti basi per il prossimo PPV, che gode già di suo di ottimo interesse, ma che ha bisogno ancora di lavoro sulle costruzioni.

 




ULTIME NOTIZIE

ULTIMI RISULTATI