THE DEBATE: Payback 2020 | Spazio Wrestling


THE DEBATE: Payback 2020



Ciao amici di Spazio Wrestling e ben ritrovati in questo nuovo numero del THE DEBATE. Oggi, soltanto una settimana dopo SummerSlam, analizzeremo un nuovo PPV targato WWE, Payback. Cominciamo subito:

TOP MATCH

Avevo parecchio hype per il Tag Team match che vedeva coinvolti Dominik e Rey Mysterio e Seth Rollins e Murphy, beh fatemi dire che secondo me questo è stato il miglior match della serata. Tutti e quattro sono andati a mille all’ora: Dominik, dopo il debutto a SummerSlam, mi ha convinto ancora una volta con le sue abilità all’interno del ring; Rey Mysterio e Seth Rollins sono una garanzia, credo sia inutile dilungarsi più di tanto sulle loro performance; l’unico che forse ha inciso leggermente di meno rispetto agli altri è stato Murphy, anche se grazie al finale la WWE è stata brava a farci restare con diversi dubbi su quella che sarà la partnership futura tra l’australiano e il Messiah. Non penso ci sia altro da aggiungere, davvero un match con i fiocchi.

FLOP MATCH

King Corbin vs Matt Riddle è stato il match che mi ha deluso maggiormente. A differenza del Tag Team match di cui vi ho parlato in precedenza, alla vigilia non avevo grandi aspettative per questa contesa che alla fine penso abbia lasciato davvero poco o nulla. L’incontro è stato piuttosto lento, Riddle ha cercato in qualche modo di alzare i ritmi, ma con Corbin comincio a rendermi conto che è davvero difficile mettere su contese di livello. Flop match a tutti gli effetti.

TOP MOMENTS

-Roman Reigns ha finalmente riconquistato quella cintura che, se vogliamo dirla tutta, non ha mai perso. Geniale il modo in cui la WWE ha proposto il Big Dog in questa contesa: l’arrivo con Paul Heyman da heel “cazzuto” a tutti gli effetti, la firma del contratto al momento e la Spear su Braun Strowman che gli permette di diventare il nuovo campione universale è la ciliegina sulla torta. Bello anche il lavoro svolto da The Fiend e Strowman durante il match. Un Main Event, dunque, che mi è piaciuto davvero tanto.

-Da diversi mesi ho sempre pensato che questo nuovo Bobby Lashley fosse materiale da Main Event o addirittura da titolo massimo. A Payback, finalmente, la WWE ha deciso di dargli il titolo degli Stati Uniti a seguito di un buonissimo match con Apollo Crews, che mi sento di promuovere con una larga sufficienza per questi mesi di regno da campione. Dunque, la serata è iniziata con il piede giusto: cambio di titolo più che meritato e match piuttosto buono.

-Molto bello il finale del match valevole per i Women’s Tag Team Championship, con Shayna Baszler che ha chiuso sia Bayley che Sasha Banks in due manovre di sottomissione differenti, ma non solo: la Baszler ha preso la mano della Boss per poi metterla sul collo della sua partner, la quale alla fine è stata costretta a cedere. L’incontro in se mi ha piacevolmente sorpreso, brave tutte e sopratutto la WWE a scegliere un finale diverso dal solito.

FLOP MOMENTS

-Non penso ci sia stato un Flop Moments durante l’ultima edizione di Payback. L’unica critica che mi sento di fare alla WWE è forse la durata breve di alcuni match: ad esempio l’opener è durato 10 minuti circa, anche con 5 minuti in più penso che Apollo Crews e Bobby Lashley potessero farci ancora divertire.

COMMENTO FINALE

Payback penso sia stato dello stesso livello di SummerSlam, se non addirittura con qualche colpo di scena in più. Il lottato mi ha ampiamente soddisfatto, sopratutto se consideriamo il fatto che questo era un PPV di transizione, le sorprese non sono mancate e la conquista dei titoli di Bobby Lashley e Roman Reigns penso che siano più che meritate. Ma in tutto ciò la Retribution? Perché durante i PPV questi “ragazzacci” non si fanno vedere? Certo sono molto curioso di scoprire chi si nasconde sotto tutte quelle maschere, ma dopo più di un mese forse qualche indizio in più la WWE potrebbe anche darcelo. Soddisfatto? Assolutamente sì, ma mai accontentarsi. La WWE può fare meglio di così, la strada però è quella giusta.

VOTO: 7

The following two tabs change content below.
Nicola Morisco
Sono un amante del wrestling da sempre. È una delle mie passioni preferite. Lunedì, mercoledì, venerdì e domenica mi diverto a guardare Raw, NXT, Smackdown e i vari PPV. Scrivo per Spazio Wrestling da più di un anno e mi occupo della sezione news/report e le varie rubriche AEW/NXT Predictions e The Debate.